Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Bosch riscrive il futuro con la sua nuova tecnologia diesel

Bosch riscrive il futuro con la sua nuova tecnologia diesel

Il compito non è semplice, ma la nuova tecnologia diesel Bosch potrebbe costituire un elemento davvero prezioso, tale da indurre alcuni attori della filiera automotive a rivedere le posizioni assunte negli ultimi tempi.

Leggi anche: Qual è l’opinione delle associazioni dell’automotive sulla fine del diesel

Dopo il coro di voci contrarie, l’alimentazione a gasolio sembra aver trovato finalmente un avvocato pronto a sostenerne le ragioni. “Il diesel ha un futuro. Vogliamo archiviare definitivamente il dibattito sulla fine” di questa soluzione.

Il punto di partenza – illustrato dall’autore delle dichiarazioni di cui sopra, Volkmar Denner (CEO del Gruppo Bosch) – è consistito in un intervento di drastica riduzione delle emissioni di ossidi di azoto (NOx).

Tale decremento consentirebbe già oggi di ricondurre i valori rilevabili entro quelli limite futuri. I dati raccolti avrebbero fatto segnalare emissioni addirittura di 10 volte inferiori rispetto alla soglia fissata per il 2020.

I VANTAGGI DELLA NUOVA TECNOLOGIA BOSCH
Quel che è più importante, tale significativo calo è stato registrato in condizioni di guida reali, quindi pienamente in linea con i nuovi protocolli introdotti nel processo di omologazione.

Al riguardo Denner ha proposto che un domani lo stesso principio di comunicazione trasparente riguardo all’inquinamento legato ai veicoli a motori sia applicato ai consumi e alle emissioni di CO2.

“Siamo in grado di spostare i limiti per quanto è tecnicamente possibile”, ha aggiunto il CEO del Gruppo Bosch, sottolineando che i miglioramenti apportati dagli ingegneri non sono il frutto del ricorso a componenti aggiuntivi. Ecco perché non bisognerà praticamente attendere per poter sperimentare i vantaggi di questa tecnologia, incomparabile nei progetti di produzione.

Leggi anche: Perché il diesel è il carburante più tassato d’Europa

Tale elemento, oltre a ribadire la grande competenza a servizio della multinazionale tedesca, vale a garantire che non vi sarà un aumento a livello di costi. “Il motore diesel diventerà una soluzione a basse emissioni economicamente vantaggiosa“, ha precisato Denner.

QUAL È LA NORMATIVA EUROPEA IN VIGORE
Secondo le disposizioni del legislatore europeo applicate a partire dal 2017, i nuovi modelli di autoveicoli non possono generare un valore superiore ai 168 mgNOx/km.

Tre i contesti, conformi alle prescrizioni RDE (Real Driving Emissions), in cui tale norma deve essere rispettata:

percorso misto urbano;
percorso extraurbano;
percorso autostradale

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
x Shield Logo
This Site Is Protected By
The Shield →
Vai alla barra degli strumenti