“La storia di una coscienza sveglia”

La storia di una coscienza sveglia”

Lui si chiama Nikolai Kolev. Lo conoscono come “lo scalzo” perché e solito a protestare scalzo davanti al Parlamento bulgaro. E nato ed abita nella capitale della Bulgaria – Sofia. La sua storia e degna di un romanzo. Ancora da giovane comincia a scrivere delle poesie umoristiche contro il regime comunista e per questo e stato qualche volta in carcere ma è sempre riuscito a preservare intatta la sua volontà di essere controcorrente. Finito il regime comunista è stato uno dei primi a fondare i sindacati e l’organizzazione per i diritti umani. Nonostante questo e rimasto povero e umile. Dal 13 giugno comincia una protesta – l’ennesimo sciopero della fame. Questa volta senza una scadenza. Oggi è il giorno settantasei. Beve solo l’acqua e vitamine. Ormai il suo volto e profondamente segnato dalla sofferenza ma lui dice che va tutto bene perchè la sua battaglia e molto più grande è importante di un corpo. Lui vuole combattere la corruzione creatasi nei paesi dell’Est con l’entrata nell’ Unione Europea – appalti che spariscono, strade e ponti che cascano a pezzi dopo un mese dalla costruzione, patenti di guida consegnate ai migranti e profughi in cambio di denaro con cui possono andare in tutta Europa usandolo come documento d’identità e minacciare la sicurezza dei cittadini. Nikolai Kolev l’ultimo dissidente bulgaro vuole far rinascere la società civile, risvegliare le coscienze di dare il segnale che li nell’Est Europa esiste ancora gente che crede nei valori come onestà dignità compassione amore per il prossimo e cura della proprietà comune. I suoi seguaci sono pochi appena duecento persone. Nessun partito lo appoggia perché e scomodo sia alla sinistra che alla destra. Alla sinistra non piace il suo modo di vedere l’ex realtà comunista a cui si ispirano e la destra (al potere con il primo ministro Boiko Borisov ex bodyguard del dittatore comunista Todor Jivkov) non vuole visibilità per Kolev perché ha chiesto numerose dimissioni incluso il Ministro dei trasporti – proprio lui che ha permesso per anni il vergognoso commercio con le patenti di guida di cui ci sono tutte le prove. Ieri Nikolai Kolev ha presentato anche il certificato psichiatrico che si trova nel suo blog “Bosia – di tutto e di più”. Sta indubbiamente bene di testa all’contrario di quello che dicono i suoi detrattori. Ragiona ed e ancora lucido riesce perfino a scherzare ma sta male di salute. Sta morendo. Dopo 76 giorni di fame assoluta viene il dubbio se ci sarà mai un ritorno per lui. Sta cadendo a pezzi il grande gigante della nostra coscienza addormentata sta scomparendo ogni giorno di più sotto lo sguardo indifferente di uno stato in cui la democrazia vera deve ancora venire. Ha preso la sua decisione e non vuole tornare indietro per sentire le spiegazioni insensate dei carrieristi senza cuore pronti ad uccidere per una poltrona. Sta morendo pezzo per pezzo come un grosso edificio circondato solo dalla sua famiglia e l’unica consolazione che rimane dopo di lui e forse rinchiusa in questa frase di Dostoevskij: “Sempre meglio morire come una cattedrale che come un topo. “

Azora Rais

 40164192_10160764930830072_724193866210607104_o-300x200 “La storia di una coscienza sveglia” Cultura International Blog News Mondo Notizie Primo Piano Press Quotidiano Social  Nikolai Kolev Bulgaria Azora Rais    40118787_10160764931245072_1697218290507579392_o-300x200 “La storia di una coscienza sveglia” Cultura International Blog News Mondo Notizie Primo Piano Press Quotidiano Social  Nikolai Kolev Bulgaria Azora Rais    40091146_10160764930810072_8064391703487840256_o-300x200 “La storia di una coscienza sveglia” Cultura International Blog News Mondo Notizie Primo Piano Press Quotidiano Social  Nikolai Kolev Bulgaria Azora Rais    1561b8f036da5ec56b7deac4c8a3865e4b5a70be-300x125 “La storia di una coscienza sveglia” Cultura International Blog News Mondo Notizie Primo Piano Press Quotidiano Social  Nikolai Kolev Bulgaria Azora Rais    1920x1080-300x169 “La storia di una coscienza sveglia” Cultura International Blog News Mondo Notizie Primo Piano Press Quotidiano Social  Nikolai Kolev Bulgaria Azora Rais    40051785_10160764932165072_9041098263377215488_o-300x200 “La storia di una coscienza sveglia” Cultura International Blog News Mondo Notizie Primo Piano Press Quotidiano Social  Nikolai Kolev Bulgaria Azora Rais    40072173_10160764930840072_385272877282230272_o-300x200 “La storia di una coscienza sveglia” Cultura International Blog News Mondo Notizie Primo Piano Press Quotidiano Social  Nikolai Kolev Bulgaria Azora Rais    40224803_10160764932085072_7252794423874945024_o-300x197 “La storia di una coscienza sveglia” Cultura International Blog News Mondo Notizie Primo Piano Press Quotidiano Social  Nikolai Kolev Bulgaria Azora Rais

 

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
Vai alla barra degli strumenti