Ultimate magazine International Blog.

Azora Rais – un’estate letteraria

100

Azora Rais – un’estate letteraria.

Questa’estate e particolare non solo dal punto di vista che tutti un pò facciamo le vacanze nel proprio paese ma ecco che qualcuno ha trovato un modo originale per rilassarsi. Si tratta della famosa cantante scrittrice e modella Azora Rais che gira il mare con tutti i suoi libri. Ecco perché l’abbiamo invitata per darci un’intervista.

International: Ciao Azora! Raccontaci un pò la tua estate letteraria come te stessa la chiami.

Azora: Buongiorno International blog e ben ritrovati! Si io leggo da piccolissima e ho cominciato a leggere dall’età di tre anni. Con la scrittura invece me la cavo dall’età di cinque anni quando ho scritto diversi racconti per la mia scuola a Sofia (l’ex scuola del Re Boris) per il mare. Anche oggi adoro il mare e lo collego sempre con la scrittura. Ultimamente sono usciti diversi miei libri tra Italia e Bulgaria e anche altri paesi di psicologia divertente maggiormente indirizzati ad un pubblico femminile ma anche maschile come per esempio: “Oroscopo intimo” o “Il complotto contro le donne” o “Cambiare letto” dove a parte i consigli divertenti c’è anche molta psicologia per descrivere i rapporti tra i due sessi.

International: Quindi tu ti metti sulla spiaggia sotto l’ombrellone con tutti questi libri e ti diverti?

Azora: Non solo. Io adoro anche Thomas Mann e Bukowski pero si leggo anche i miei libri perché di solito scrivo molto veloce quindi mi piace dopo rileggere tutto quello che ho scritto perché mi sembra di scoprire anche altre idee per un nuovo libro questa volta magari un romanzo.

International: Veramente interessante! Tu sei l’unica VIP che ha scritto cosi tanti libri. Quanti sono veramente?

Azora: Sono più di dieci.

International: Wow. E quanti canzoni hai scritto e in quante lingue?

Azora: Più di trenta in lingua bulgara italiana russa ed inglese ma sono tutte orientate nello stile dance. Essendo una ex sportiva di atletica leggera e molto vivace mi piace lo stile melodico da ballare nonostante che sento anche Mozart o Beethoven ma non credo che qualcuno oggi riesce a creare una musica cosi. Anche perché pochissima gente studia come creare la musica classica. Oggi il mondo e più orientato di sentire e vedere le cose nei social network che è veramente spiacevole ma sai come si dice: “Il progresso è regresso”.

International: Cosa vuoi augurare ai nostri lettori per questa estate?

Azora: Di stare attenti dal punto di vista di salute per via delle problematiche sanitarie ma anche di non smettere mai di sognare e di leggere perché niente giova più dell’arte.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito web utilizza i cookie Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico.  Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.  Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Accetta Leggi Qui