Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
13.1 C
Ravenna
18 Ottobre 2019
Social

Che cosa è Groupon Italia e la sua storia

Groupon offre un vasto mercato in cui le persone risparmiano su cose straordinarie da fare, vedere, mangiare e acquistare.

Groupon (NASDAQ: GRPN) sta costruendo l’abitudine quotidiana nel commercio locale, offrendo un vasto mercato mobile e online in cui le persone scoprono e risparmiano su cose incredibili da fare, vedere, mangiare e acquistare. Consentendo il commercio in tempo reale tra aziende locali, destinazioni di viaggio, prodotti di consumo ed eventi dal vivo, gli acquirenti possono trovare il meglio che una città ha da offrire. Groupon sta ridefinendo il modo in cui le piccole imprese attraggono e trattengono i clienti fornendo loro strumenti e servizi di marketing personalizzabili e scalabili per far crescere proficuamente le loro attività.

https://www.groupon.it/

Struttura del sito Groupon

Groupon è un gruppo di acquisto nel cui sito vengono inserite delle offerte,
nominate deal in termine inglese, all’interno delle quali vi sono dei servizi offerti che,
come accennato nel paragrafo precedente spaziano dalla ristorazione, al benessere, fino
ai viaggi (Byers et al., 2011). Al momento dell’introduzione di queste offerte tramite
degli annunci disposti nella homepage del sito, esse tendono ad essere caratterizzate da
una descrizione di quanto è contenuto all’interno dell’offerta, il prezzo di partenza del
servizio e il prezzo scontato, la durata rimanente per acquistare il servizio, le condizioni
ed infine il produttore di riferimento da cui viene eseguita l’offerta.
Per quanto riguarda il prezzo, esso generalmente viene ribassato tra il 30% ed il
60%, sebbene in alcuni casi gli sconti arrivano fino all’80% (Unione Nazionale
Consumatori, 2012). Si ritiene che tali sconti applicati al prezzo siano una tipicità dei
gruppi di acquisto online, che sfruttano tale prerogativa al fine di poter garantire un
numero totale di coupon uguali tra di loro al più alto numero possibile di consumatori.
Un altro elemento importante quanto lo sconto sul prezzo di partenza è il periodo di
validità dell’offerta. Infatti, ognuna è caratterizzata da una durata massima. Entro tale
periodo è possibile acquistare il servizio o il prodotto scelto e il tempo non supera
generalmente le 72 ore, secondo quanto riportato dall’Unione Nazionale Consumatori.
Site Percent of Unique Visits
1. google.it 11.4%
2. lollipop-network.com 10.8%
3. google.com 6.1%
4. facebook.com 6.0%
5. libero.it 3.8%
6. live.com 2.8%
7. yahoo.com 1.9%
8. resultsmedia.biz 1.6%
9. youtube.com 1.4%
10. groupalia.com 1.3%

Siti utilizzati per trovare il sito

Un terzo aspetto altrettanto importante riguarda strettamente il consumatore, in
particolare come esso utilizza il sito di Groupon. L’utente che si iscrive al sito di questo
gruppo di acquisto provvede soltanto all’inserimento di una mail e della propria città. In
particolar modo, quest’ultima è un elemento importante per chi gestisce il sito di
Groupon, in quanto una volta effettuato l’accesso, l’utente avrà di fronte una homepage
dove sono inserite offerte relative alla sua zona. Tale decisione da parte di Groupon ha
uno scopo ben preciso e scaturisce dalla sua scelta di marketing del prodotto in base ad
un criterio geografico (Byers et al., 2011). Per quanto riguarda la richiesta dell’ e-mail,
essa viene utilizzata da Groupon per inviare le offerte giornaliere al proprio cliente, il
quale, successivamente, potrà entrare nel sito e scoprire le varie offerte.
Prima di analizzare che cosa avviene durante la fase di acquisto di un prodotto o
di un servizio tramite Groupon, vi sono alcuni aspetti importanti da considerare, che
riguardano ancora una volta il consumatore.

Strumento potenziale per il marketing?

In primo luogo è da precisare come egli viene considerato dal gruppo di acquisto online uno strumento potenziale per il marketing ed in particolare, per la diffusione del servizio stesso. Infatti, come è stato
descritto in precedenza nel capitolo 1, i gruppi di acquisto online contano sul fatto che
la conoscenza del servizio, e di quanto viene offerto, avvenga direttamente fra utenti, in
particolare fra consumatori cosiddetti “esperti” e consumatori “non esperti”, la quale
differenza sta nel fatto che i primi sono caratterizzati da un livello di informazione
maggiore rispetto ai secondi. Tale caratteristica è evidente nel momento in cui si entra
in una qualsiasi offerta inserita da Groupon. Oltre all’inserimento del prezzo, di
partenza e scontato, alla durata dell’offerta e alla sua descrizione, esiste un
collegamento ai maggiori social network, il quale scopo è appunto quello di avvisare
quante più persone possibile la notizia di acquisto di quel determinato prodotto o
servizio. Inoltre, Groupon utilizza un’altra strategia per la diffusione del proprio
servizio premiando il proprio consumatore mediante un coupon del valore di 6,00 €
ogni qualvolta egli inviti un utente ad iscriversi o al momento in cui esegue il suo primo
acquisto (groupon.it). In questo modo il vantaggio sarà duplice; il consumatore riceverà
un premio in denaro, in cambio di un suo impegno nella diffusione della conoscenza del
gruppo di acquisto, mentre quest’ultimo può contare su una maggiore visibilità nella
rete e una maggiore conoscenza fra i vari utenti. Si tratta, in termini di marketing, di una
strategia win-win, attraverso la quale sia la domanda che l’offerta traggono dei vantaggi
(Fudenberg e Tirole, 1991), in questo caso sia economici che di visibilità.
68

Le conclusioni

Un ultimo aspetto da considerare riguarda strettamente ciò che viene venduto
all’interno di Groupon. Questo aspetto risulta essere interessante in quanto gli accordi
che questo gruppo di acquisto online stringe con i vari partner differisce a seconda di
ciò che viene inserito nel sito. Si può catalogare quanto venduto su Groupon in due
gruppi: da una parte un servizio, dall’altra prodotti. Nel primo caso si tratta di offerte
contenenti cene in ristoranti, entrate in centri benessere, dall’altra prodotti veri e propri,
come ad esempio telefoni cellulari, prodotti per la casa. Secondo quanto riportato da
Luca Salvioli nel suo articolo del 9 febbraio 2012, in Italia si è cominciato a offrire
prodotti a partire da giugno 2012. La differenza fra le due categorie vendute all’interno
di Groupon riguardano principalmente aspetti di carattere gestionale e di fornitura del
prodotto. Ad esempio, nel caso dei servizi come l’entrata in un centro benessere
comportano difficoltà gestionali di fronte ad un elevato numero di acquisti e la capacità
della struttura, come ad esempio situazioni di overbooking o di no show, dove il cliente
può decidere di non presentarsi nel giorno accordato con il proprietario del luogo.
Groupon si riserva, inoltre, di differenziare i termini contrattuali a seconda che essi
coinvolgano servizi turistici, di viaggio ed alberghieri o condizioni di vendita di servizi
o di prodotti. In particolare per i primi, essi necessitano particolare attenzione, in quanto
nello specifico caso Groupon assume il ruolo di intermediario, come esplicitamente
sottoscritto al punto 1.2 dei Termini e Condizioni dei servizi turistici. In questo modo, il
gruppo di acquisto online assumerà determinate responsabilità nel caso di
inadempimento, obblighi e diritti come previsto dal Codice del Turismo (D.lgs n. 79 del
23/05/2011).

Condividi Su:

Post correlati

Inizia l’estate di MOLO – Brescia

Giulio Strocchi

AMORE Radio Show 732 Lunedì 23 Luglio 2018 with LORENZOSPEED*

LORENZOSPEED

COMUNICATO STAMPA OLIMPIA PETANQUE GAME 2018

Giulio Strocchi

Lascia un commento