11.5 C
Ravenna
18 Novembre 2019
Interviste

Intervista Alice Fanton Miraflores

Intervista Alice Fanton Miraflores

ALICE FANTON, QUANDO LA BELLEZZA NON PASSA INOSSERVATA

Alice Fanton è una di quelle ragazze che non passano mai inosservate. Perché è bella tanto da essere entrata ad ampi passi nel mondo della fotografia ed essersi ritagliata un ruolo di primo piano senza aver bisogno di Photoshop o altro. Perché è versatile a tal punto da poter oscillare dalla macchina fotografica alla cinepresa come se quello fosse il suo habitat naturale. E poi, ultimo ma non ultimo, perché è sveglia e intelligente, perspicace e coraggiosa, determinata nel raggiungere ciò che vuole. Non è un caso, quindi, che il mondo dello spettacolo si sia accorto di lei e le abbia spalancato le porte regalandole ruoli di prestigio in cortometraggi, in videoclip musicali, in concorsi di bellezza e in shooting fotografici. Ovunque la si metta, lei ci si trova a menadito. E il risultato finale è da lasciare a bocca aperta. Merito di una naturale predisposizione e di una felice simbiosi fra corpo e mente. È bella e brava, ecco la sintesi perfetta di questa 33enne della Provincia di Vicenza, amante del tuning, che fra un sogno e una bella realtà ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per farcela. Se son rose fioriranno…

Iniziamo proprio dalla tua storia: prima di diventare fotomodella…

Ho studiato serigrafia pubblicitaria, con cui ho imparato a stampare su tela i disegni scelti dal cliente. Ma ho anche studiato meccanica, corso tipicamente maschile in cui me la cavavo egregiamente. Devo confessare che i maschietti erano molto felici di avermi come compagna di classe…

Insomma, un “maschiaccio”.

Ho studiato anche come elettricista, quindi ho iniziato a lavorare nel mondo dell’ora lavorando manualmente per ottenere il risultato migliore. Sono stati anni meravigliosi, mi sentivo in una grande famiglia, felice di trascorrere le ore in azienda. Purtroppo poi è finita…

Per un’avventura che si è chiusa, una straordinaria esperienza si è aperta…

È vero, un mondo che sento mio e nel quale vorrei davvero lavorare! Premetto che non sono un’attrice, con la poca memoria che ho… però in futuro vorrei provarci per migliorare! Nel frattempo mi sto togliendo soddisfazioni importanti, con comparse parlate e figurazioni speciali in film e lungometraggi.

Il tuo curriculum, infatti, si allunga di giorno in giorno.

Procedo a piccoli passi con l’intenzione di migliorarmi sempre. Con Massimo Emilio Gobbi ho fatto parte del cast di “La fuga di Scarface” nel quale interpretavo la moglie del boss, vestita con un abito aderente rosa e stivali neri. Poi sono stata scelta per il film “Onyros” e guarda caso… ho interpretato anche qui la moglie del boss. Mi si vede in una scena in cui sono sdraiata su una poltrona con un intimo color nero, una scena di suspence ed eleganza. Un lungometraggio che, grazie a Youtube, ha raggiunto anche i mercati francesi, tedeschi e statunitensi. E poi sono stata comparsa parlante in “Il Commissario Maretti”, con ruoli diversi in base alla scena.

E poi c’è il mondo della musica.

Sono la protagonista principale dei videoclip del cantante Fabio Michelazzo, cercate su Youtube il suo pezzo “Perché queste ragazze italiane non guardano me?” e… mi vedrete nelle splendide scene girate a Padova! Insieme a lui stiamo anche già studiando per un secondo videoclip.

Insomma, non smetti un secondo di darti da fare.

È un mondo che mi piace, nel quale non ho paura ad investire tempo ed energie. Sono stata ospite in tante trasmissioni di Mediaset ed ho scoperto che anche i concorsi di bellezza… fanno per me! Mi sono tolta la soddisfazione di vincere numerose fasce e sono finita in tv come modella che sfila sul Red Carpet di Venezia. Un autentico sogno…

Com’è il mondo dello spettacolo visto da dentro?

Servono spalle larghe e intelligenza per evitare di finire in brutte situazioni. La vera forza sta nel puntare in alto senza dover scendere… in basso. Mai e poi mai compromessi, è un consiglio che mi sento di dare a tutte le ragazze. È invece importante, soprattutto in campo fotografico, che fotografo e modella si capiscano al primo sguardo. Solo così si ha la certezza di un risultato artistico e della massima valorizzazione del corpo e del contesto. E poi, ricordatevi che la naturalezza è tutto…

Entrare nel mondo dello spettacolo cosa ti ha dato e cosa ti ha tolto?

Non mi ha tolto nulla, continuo nel mio lavoro quotidiano coniugandolo a quello della fotografia e delle riprese. E non mi ha generato nessuna invidia o gelosia, anche se questo è un mondo dove la concorrenza è spietata. So solo che io non mollo e non mollerò mai, voglio raggiungere il mio traguardo ed ho lo straordinario sostegno del mio ragazzo. Insomma, ce la farò…

Condividi Su:

Post correlati

VINAI, Shade, Nicky Romero, Damante con Pio & Amdeo

Giulio Strocchi

20/10 Len Faki @ Bolgia – Bergamo 16th Birthday Party

Giulio Strocchi

16/2 Trapitaly @ LIBE Winter Club

Giulio Strocchi

Lascia un commento

10 − 3 =