9.7 C
Ravenna
12 Novembre 2019
Interviste

Intervista Miss Trans Italia 2017 Valenttina Melo

Descrivi in poche righe chi è Valenttina Melo…

Ho 23 anni, originaria di una piccola città nel centro di Brasile che si chiama Sorriso, sono una persona solare, empatica, corretta, perbene, di buone maniere.

Cosa significa per te fare la modella?

Per me è mostrare e trasmettere qualcosa di un certo tempo o epoca, quindi essere così un riferimento per le altre persone.

Racconta un po’ ai nostri lettori come hai fatto a diventare Miss Trans Italia 2017… Sei soddisfatta del traguardo raggiunto o vuoi puntare ad un traguardo ancora piu’ importante?

La mia carriera è iniziata all’età di 15 anni, quando in quel momento il riferimento di bellezza e moda erano più le modelle brasiliane, (Gisele Büdchen, Alessandra Ambrósio, Adriana Lima) attraverso di loro è nata la mia ispirazione, mi sono innamorata delle gare di bellezza, ho partecipato a due concorsi uno qui in Italia e un altro in Brasile, poiché non ero preparata, non ho ottenuto buoni risultati. Dopo ho cercato di migliorare me stessa, perché era un mondo che mi sono identificata, mi sono perfezionata in passerella, attenta all’estetica, alla plastica. E nel 2017 a metà maggio, ho vinto il primo titolo regionale, la prima Miss Trans Triveneto 2017, che mi ha dato l’opportunità di partecipare a Miss Trans Italia, un concorso nato da 25, anni organizzato da Regina Sartoriano. E’ accaduto nella città Milano nel mese di ottobre, dove sono riuscita a conquistare il titolo nazionale, portando a casa la band e la corona di Miss Trans Itália 2017.

Cosa significa per te la parole “Amore”?

Per me l’AMORE è il possesso più prezioso che possiamo portare con noi. Senza di questo la nostra esistenza non ha senso perché ciò che cerchiamo sempre tutta la vita è l’amore di qualcuno o di noi stessi, e siamo così felici quando accade.

Un sogno che hai nel cassetto?

Il mio sogno, è quello di finire un college e di laurearmi in istruzione superiore. Poiché avevo 19 anni, ho dovuto lasciare la facoltà di scienze contabili dove ero nel primo anno del corso, per essere me stessa è diventare la donna che sempre avuto dentro di me.

Condividi Su:

Post correlati

Cost Disco Restaurant Milano Casa Smaila’s

Giulio Strocchi

La SIAE e la musica elettronica

spadaronews

Radical Freak E45 cresce l’attesa

Giulio Strocchi

Lascia un commento

14 + undici =