10.4 C
Ravenna
17 Novembre 2019
Interviste

Intervista a Paola Alpago

PAOLA ALPAGO By MIRAFLORES PRESS & INTERNATIONAL BLOG

Questa è la storia di una fotomodella divenuta panettiera, di una sex symbol che col passare degli anni ha saputo trasformarsi in una imprenditrice di successo. Paola Alpago è la dimostrazione vivente che oltre al corpo da sballo, per far strada nel mondo della fotografia occorre avere cervello, tenacia e forza di volontà. Tutti elementi che la contraddistinguono.

La sua quotidianità è all’insegna della sveglia molto presto e del lavoro nella sua panetteria in quel di Vittorio Veneto.

Dietro al bancone c’è lei in persona. Fortuna vuole che, se serve, mamma è sempre pronta a darle il cambio. Naturale però che chiunque vorrebbe iniziare la giornata acquistando da lei baguette, bocconcini e focaccia. Per i più preoccupati, una rassicurazione: fotomodella lo è ancora, basta solo presentare il progetto giusto. La sua carriera ebbe inizio 7 anni fa quasi per caso, su spinta di mamma, che non ne poteva più di ripetere a sua figlia di buttarsi nel mondo della fotografia per quanto bella era. “In strada la gente si fermava a guardarmi, ma per me finiva lì” racconta lei con innata semplicità. Finchè ad un concerto, un fotografo le ha mostrato il risultato di uno shooting. E lì si è aperto un mondo.

Quello che l’ha portata in giro per l’Italia a scattare per decine di fotografi professionisti, ad essere scelta per shooting e campagne pubblicitarie, fino a divenire un’icona di sensualità ed eleganza.

Il suo profilo Instagram (@paolaalpago) è un trionfo di bellezza e di arte. Certo, il suo corpo rimane il protagonista assoluto, ma oltre a quello si intravede tutta la femminilità di una ragazza in gamba. Si diceva prima: oltre alle gambe, c’è molto di più. Ecco, giusto per dare un elemento, in tasca ha una laurea in Lingue e letterature straniere ottenuta all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Giusto per dire che Paola Alpago non è soltanto bellissima, ma anche un trionfo di genialità.

Partiamo proprio dalle tue origini.

Sono veneta, nata e cresciuta nella provincia di Treviso, più precisamente a Vittorio Veneto. Ho lavorato come barista e cameriera, hostess di eventi e da qualche anno ho aperto una panetteria che gestisco personalmente. Proprio così, sono io la titolare… In più, da qualche mese ho intrapreso un’attività imprenditoriale libera per conto di un’azienda italiana, nel campo degli integratori e del benessere. Sono molto soddisfatta dei risultati che sto ottenendo nei vari settori, frutto di sacrifici e impegno costante.

La panetteria è un elemento che non è facile trovare in altre storie…

Nel mio caso è proprio così: ci lavoro con mamma, da lunedì al sabato compresi, e purtroppo questo mi limita un po’ nelle trasferte per gli shooting. Però, spesso mia madre mi sostituisce a lavoro nei pomeriggi durante la settimana. Oppure può succedere che a volte mi sistemo trucco e capelli in negozio prima di partire. 

Riavvolgiamo il nastro, torniamo alla tua carriera di fotomodella.

Iniziata circa 7 anni fa, quasi per gioco. Un ruolo decisivo lo hanno avuto mia madre e tutte le persone che mi dicevano che dovevo sfruttare assolutamente la mia bellezza. Non avevo un’alta autostima di me, ma mi rendevo sempre più conto di come gli altri mi guardavano.

Finché un giorno, durante un concerto…

Un fotografo mi ha notato e mi ha chiesto di fare qualche scatto. Mi si è aperto un mondo, un mondo al quale subito sentii di appartenere e a cui da lì a questa parte mai avrei potuto rinunciare: quello della fotografia e della moda.

Pian piano, le occasioni hanno iniziato a piovere dal cielo…

Mi hanno contattato per partecipare a numerose sfilate e concorsi di bellezza e ne sono uscita sempre vincitrice. La mia autostima è andata in crescendo finchè ho deciso di giocarmi tutte le mie carte e partire per Milano, il centro della moda. Mi sono rimboccata le maniche e ho badato innanzitutto alla formazione. Lì ho frequentato un corso professionale per modelli ed interpreti pubblicitari, in cui ho potuto studiare portamento e posa fotografica.

C’è qualche fotografo che ti piace citare per la collaborazione avuta?

Sono tanti! Provo a fare un elenco, sicuramente ne mancherà qualcuno… Andrea Pizzal, Mario Dosi, Matteo Zancan, Marco Milillo, Andrea Cencini, Cesare Bellafronte, Paolo Darcoli, Andrea Sartore. Ho posato anche per il famoso pittore italiano Saturno Buttò. 

Nomi prestigiosi, collaborazioni prestigiose.

Ho posato per alcune linee di occhiali come Polar Sunglasses, Slash Sunglasses, H1N1 Eyewear, per il marchio di caffè “Caffè Gioia”, per la linea di costumi Chance Beachwear, per i capi di De Marchi Cycling Clothing e per qualche negozio di boutique e abiti da sposa.

Ma di studiare (e di imparare) non si finisce mai…

E infatti ho voluto approfondire anche un’altra mia passione che è il make-up, ho frequentato dei corsi per prendere l’attestato di make-up artist, ho truccato diverse modelle e agli shooting fotografici ho iniziato a presentarmi in perfetto ordine.

Ma ancora non bastava…

Già, per sentirmi ancor più completa ho studiato recitazione e dizione e ho recitato in piccole parti in alcuni cortometraggi. In fin dei conti, una modella deve essere anche un po’ attrice e deve saper interpretare ruoli diversi in situazioni diverse.

Come giudichi il lavoro di fotomodella?

È un mestiere che non mi stanca mai, mi appassiona e mi gratifica. Certo spesso devo sacrificare qualche domenica col mio ragazzo, ma lui in fondo mi appoggia sempre e mi sostiene. Talvolta riesco anche a coinvolgerlo in qualche shooting di coppia…

Per te la fotografia è stata una straordinaria avventura che ti ha portato a vivere esperienze impensabili.

Ho lavorato con diversi fotografi da tutta Italia per shooting fotografici e workshop. Il genere che preferisco è il glamour perché mi piace giocare con gli sguardi e le pose sensuali. È anche il genere, insieme al nudo, che mi viene più richiesto dai fotografi, avendo un fisico tonico e asciutto. Ho un ottimo rapporto con il mio corpo, cerco di nutrirlo in maniera sana ed equilibrata e lo alleno quasi tutti i giorni, tra palestra e sport all’aria aperta come il tennis, che pratico fin da bambina.

Ma nel 2018, sta per arrivare un piccolo cambio di rotta.

È vero: quest’anno vorrei puntare più sul genere fashion e poter valorizzare i capi che indosso, quindi ben vengano nuove collaborazioni!

Si può sapere qualcosa in più di Paola Alpago… lontana dai riflettori?

Della mia vita privata sono molto riservata, sono semplice e genuina, amo circondarmi di persone vere, di cui mi possa fidare ciecamente. Le persone che mi conoscono sanno che sono una ragazza molto alla mano a cui piace scherzare e divertirsi e apprezzo molto che la maggior parte della gente che mi segue sui social percepisca questa mia semplicità. A proposito, un grazie alle migliaia di follower che mi seguono su Instagram!

Un caro saluto anche a tutti i lettori del MIRAFLORES PRESS e INTERNATIONAL BLOG.

 

CONTATTI SOCIAL

https://www.instagram.com/paolaalpago/

Condividi Su:

Post correlati

Intervista a Davide Amerio Direttore Tg Vallesusa

Giulio Strocchi

PRIMA CLASSE TELEVISION by Eleonora Cassandra Espago

Giulio Strocchi

Vida Loca: urban show party in tutta Italia 

Giulio Strocchi

Lascia un commento

dieci + 12 =