Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
27 C
Ravenna
18 Luglio 2019
Cultura

La magia di Budapest a cura di Silvia Faillace

LA MAGIA DI BUDAPEST A CURA DI SILVIA FAILLACE

 

Ormai il Natale è alle porte e le grandi città si sono ornate di luci e mercatini a tema; tra queste troviamo anche Budapest, capitale dell’Ungheria, spettacolare non solo per le sue decorazioni ma soprattutto per la sua arte e cultura.

 

Girando per il centro della città è possibile ammirare le bancarelle natalizie in cui sono esposti articoli artigianali e prodotti culinari come il Kurtőskalács ma, guardandosi attorno, ci si imbatte anche in architetture e opere caratteristiche che ci fanno respirare la tradizione ungherese e, tra le più monumentali, il Castello di Buda, sulla collina Vàrhegy. In passato questo era la residenza dei re del paese ma oggi ospita la Galleria Nazionale, la Biblioteca ed il Museo di Storia di Budapest. Il castello mutò il suo aspetto in differenti periodi storici, mostrando stili di ordine medievale, gotico, rinascimentale e barocco, ed è circondato da giardini dai quali è possibile ammirare un panorama mozzafiato con il Danubio, i molteplici ponti, tra i quali spicca il più antico e celebre Ponte delle Catene, e la città di Pest che ospita il parlamento.

Quest’ultimo è stato costruito tra il 1885 e il 1904 e, oltre ad essere la meta turistica più visitata della città, è il secondo palazzo parlamentare più grande del mondo e segue i canoni del neogotico ed è una sintesi eclettica di stili: la struttura esterna presenta tetti spioventi arricchita da guglie, arcate, finestre e torrette mentre gli spazi interni si riconducono allo stile barocco e rinascimentale come dimostra la bellissima scalinata che porta alla cupola posta al centro del palazzo.

Ma le attrazioni non sono solo queste, possiamo scorgere la Chiesa di Mattia, il Bastione dei Pescatori, la Basilica di Santo Stefano e molti altri tra cui le famose terme.

Queste, oltre ad essere un piacevole passatempo, rappresentano una vera e propria tradizione per il paese che traggono le proprie origini dai romani e, successivamente, dai turchi i quali hanno costruito diverse strutture tutt’oggi in uso come i Bagni di Rudas e Kiràly.

È dunque evidente quanto Budapest sia una città ricca di storia e arte che colpisce ogni visitatore con il suo fascino e la sua magia.

Silvia Faillace

Condividi Su:

Post correlati

Kumusic Radio Show dà spazio al talento di Stereo Express

Giulio Strocchi

Halloween con Avotre Night all’Amnesia Milano

spadaronews

Polisportiva Olimpia Onlus fa tappa a Viareggio

Giulio Strocchi

Lascia un commento