9.4 C
Ravenna
8 Dicembre 2019
Discoteche

Luca Guerrieri – ‘It Never Ends’ (Claps Records)

Luca Guerrieri

Luca Guerrieri – ‘It Never Ends’ (Claps Records)

Luca Guerrieri racconta ‘It Never Ends’, il suo album in uscita il 20 maggio 2019. Alcuni Preview disponibili sui social dell’artista: https://www.instagram.com/lucaguerrieridj/
Photo Hi Res Luca Guerrieri e Copertina ‘It Never Ends’
Questo album racchiude tutto quello che sono e che amo fare. Racchiude la mia musica… quella che in automatico viene fuori quando appoggio le mani sulla tastiera del computer.
 
Non so se rispecchia la domanda del mercato discografico, semplicemente perché non me lo sono chiesto. Ho fatto solo quello che sentivo. Ho usato suoni e melodie a me familiari, che rievocano atmosfere anni ’80… Perché è il periodo in cui mi sono innamorato della musica.
 
Alcune tracce sono già state pubblicate, ma molte sono nuove ed inedite.  “It Never Ends”, la song che dà il titolo all’album, è un tributo ai Daft Punk, gruppo che ha letteralmente sconvolto la mia vita. Nell’album ci sono due brani downbeat, “Colony” ed “Eleven”.  Li ho scritti e prodotti a occhi chiusi, immaginando alcune scene di film cult che si sono fissati nella mia mente fin dalla prima volta che li ho visti, diversi anni fa.
 
C’è anche una track molto elettronica, “Symphony”. L’ho composta dopo aver visto un dj set di Eric Prydz all’Hï Ibiza, altro artista fondamentale per la mia crescita creativa. “Synthesis”, la traccia che apre l’album, invece è un tributo ai Justice, che con la loro “Genesys” hanno segnato il record di ascolto in loop nel mio iPod dell’epoca.. 
 
Spero che chi ascolta “It Never Ends” possa provare delle belle vibrazioni. Il mio intento DA SEMPRE è quello di riuscire a trasmettere quello che ho dentro. La musica mi ha aiutato davvero, specialmente nei momenti più tristi. Ho sofferto di depressione, sono anche diventato ipocondriaco… Ci sono alti e bassi, ma sono ancora qua e combatto, grazie alla mia famiglia e grazie anche alla mia musica.
 
Ho composto molte delle tracce contenute in “It Never Ends” in momenti veramente bui, ma grazie ad esse sono

Luca Guerrieri – It Never Ends (Claps Records), una presentazione

Luca Guerrieri, dj producer toscano conosciuto in tutto il mondo il 20 maggio 2019 pubblica ‘It Never Ends’, il suo album di debutto. Le 15 tracce dell’album insieme al Continuos Mix finale spaziano attraverso una moltitudine di generi di musica elettronica, essendo ispirati ad una carriera che dura ormai da più 25 anni. Con un mix di musica inedita e 6 delle sue tracce più rappresentative, ‘It Never Ends’ è il culmine di un’esperienza musicale davvero ampia.
In passato Guerrieri ha già pubblicato una traccia fondamentale come “Harmony”, guadagnandosi un supporto importante da Pete Tong, uno dei personaggi chiave della scena dance mondiale con il suo show su BBC Radio 1, per cui ‘It Never Ends’, che contiene brani di grande successo internazionale come  ‘Tears’ and ‘Colony’, è davvero il coronamento di un percorso musicale importante.
Il disco si apre con l’affascinante ‘Synthesis’, che con il suo synth progressive si ispira in qualche modo a pesi massimi come i Daft Punk, e sta accanto a brani come ‘Colony’, ‘Mellowtronic’, ‘Beltempo’ e all’eccellente ‘Eleven’.
Nell’album ci sono anche brani più tech come ‘Involved’, che prende una traiettoria più vicina alle sonorità da ‘main room’ e fa capire la prospettiva artistica di questo disco. ‘Go Back’ è invece un esempio lampante di classic house ritmata ed energica. Un giro di piano euforico si mescola agli archi in un una serie di crescendo orchestrati ad arte: è proprio il tipo di brano perfetto per far decollare l’estate!
Tra i 15 brani di ‘It Never Ends’ spiccano ‘Destino’ e ‘Neptune’, tracce perfette per essere proposte sui grandi palchi dei festival. Non manca infine ‘Holding Me’, brano in qualche modo vicino alla progressive trance: una voce si mescola ad un arpeggio di archi sintetici in un’euforia che non sembra voler mai finire.

Chi è Luca Guerrieri? 

Luca Guerrieri è un dj e produttore toscano. In attività fin dal lontano 1995, vive e lavora a Follonica (GR), nel suo Double Vision Studio. Il suo sound è davvero difficile da definire, visto che attraversa tutti o quasi i diversi generi di musica elettronica. Ad esempio, 20 maggio 2019 uscirà  il suo primo album, “It Never Ends”: tra le 15 tracce (9 inediti e 6 tra le più rappresentative della sua carriera) ci sono pure alcuni brani downbeat. L’album esce su Claps Records, label che Luca gestisce con l’amico Marco Roncetti.
Tra le tante produzioni a suo nome vanno citate almeno “Tears” (suonata anche nel main stage del Tomorrowland) e “Harmony”, battezzata da Pete Tong nel suo programma su BBC Radio 1. La traccia per due settimane consecutive è stata al numero uno della Dance Chart, Flow ed è stata supportata da top dj come Tiesto, Chuckie, Sam Feldt, EDX…
Negli anni Luca Guerrieri ha remixato brani di decine di artisti internazionali tra cui Bob Sinclar, Marshall Jefferson, Sidekick, Dirty Vegas, Watermat, Roland Clark, Ferreck Dawn, Rufus Du Sol, Ruffneck, Jutty Ranx, Crystal Waters, Jestofunk, CeCe Rogers, D.H.S, Darryl Pandy, Moony (…)
Ha poi dato notevoli frutti la lunga collaborazione di Luca Guerrieri con Federico Scavo. Tra le tante tracce di successo ci sono “Strump (Blow It)”, “Bug”, “Que Pasa”, “Balada”, “Funky Nassau”, “Parole Parole”, “Live Your Life (insieme a Barbara Tucker)” e pure alcuni dei più importanti remix di Scavo (ad esempio quelli di brani di Jovanotti e Boy George). Insieme a Shorty (Radio Deejay, m2o), Luca ha invece coprodotto “Canta Canta”, “Vazilando” ed “El Sonido”, mentre con Tommy Vee “Bang Bang” e “Press Play”. Un’altra collaborazione consolidata è quella con Alex Kenji con cui ha prodotto tanti brani tra cui “Funky Beats”, mentre con Fuzzy Hear ha realizzato a quattro mani “Disco Action”…
Tra i molti club internazionali in cui si è esibito citiamo almeno Privilege (Ibiza), Sankeys (Ibiza), Cielo (Dubai), Carrusel Club (Sofia), TQ Club (Sofia), Papaya Club (Zrce Beach – Croazia), Elephant Du Congo (Amsterdam), mentre in Italia ha fatto ballare Peter Pan, Cocoricò, Villa delle Rose, Tenax, Music On The Rocks,  Baia Imperiale e decine di altri club. E’ stato poi dj resident del Tartana (Grosseto) per ben 16 anni (dal 2000 al 2016), mentre dal 2011 al 2015 ha portato il suo sound al Setai (Bergamo).
Luca Guerrieri nel 2017 ha fondato Meet Music, una convention totalmente gratuita che si tiene a Follonica durante l’ultima settimana di giugno. L’obiettivo è quello di aiutare chi si approccia alla musica a capire meglio la professione del dj, mettendo a disposizione l’esperienza di molti professionisti. Inoltre ha partecipato come docente per due anni allo Jagermeister / Jagermusic Lab italiano.
Per vedere altri articoli cliccare qui
Condividi Su:

Post correlati

Samuele Sartini: il tour di “It Will Shine summer” al Pineta e Me Beach

Giulio Strocchi

Intervista alla modella Martina Tosi

Giulio Strocchi

Alberto Salaorni & Al-B.Band ancora a Madonna di Campiglio

Giulio Strocchi

Lascia un commento

quattro × 3 =