Ultimate magazine International Blog.

Roberto Nese intervista il cantautore Luciano Caldore

64

Roberto Nese intervista il cantautore Luciano Caldore

Cantante napoletano, nel 1989 pubblica il suo primo album 33 giri in vinile intitolato “La nostra estate” prodotto dalla MEA Sound e a seguire incide un altro 33 giri in vinile intitolato “Senza scrupoli” . Dopo diversi anni di riflessione, Luciano incide, nel 1995, il suo terzo lavoro discografico versione CD “La luna, le stelle, il mare” arrangiato da Enzo Rossi, contenente i brani che lo portano al successo: “Pazzo d’amore”, “Sempe sempe” e “Amore mio”; e proprio con quest’ultima riesce ad arrivare al famoso salotto di Maurizio Costanzo Show e Verissimo. Nel 1997 pubblica un nuovo CD intitolato “Da Napoli a Parigi” contenente quattro brani: “Cattiva”, “Cuore stasera”, “Tu al posto mio” e la cover “A’ canzuncella” degli Alunni del sole; realizza per tutti e quattro i brani dei videoclip a Parigi. Dopo l’uscita del suo album “Amami” inciso nel 1998, realizza il suo primo film da attore protagonista intitolato “Pazzo d’amore” guidato dalla regia di Mariano Laurenti e con la partecipazione dell’attrice Laura Chiatti. Successivamente, nel 1999, arrangia una versione della canzone “T’amo e t’amerò” che dà il titolo al suo secondo film ideato e diretto dal regista Ninì Grassia; in questo film prendono parte Barbara Chiappini, Andrea Roncato, Francesca Rettondini e Solange. Nel 2000 incide il nuovo album intitolato “Nel segno dell’amore” arrangiato da Alberto Costa. L’anno successivo incide “Battiti” sempre arrangiato da quest’ultimo: in questo disco ci sono due brani molto significativi ovvero “Ti aspettavo sai”, dedicato alla sua primogenita Diandra, e “La mia voce”, brano molto profondo dedicato a due ragazze – sue fan – che si sono riprese dal coma grazie alla sua voce. Nell’anno 2002 incide due album intitolati “H2O” e “STOP”; con il brano “H2O” Luciano partecipa al festival di Napoli su Rete 4. L’anno successivo incide l’album “Riproviamoci” arrangiato da Gianni Cuciniello e prodotto e distribuito dalla Zeus Record. Dopo qualche anno, ovvero nel 2006, incide il singolo intitolato “Latte e miele” con una produzione di Roma. Nel 2008 viene prodotto dalla ACE Music incidendo l’album “Vorrei di più” contenente il brano di successo con l’artista napoletana Nancy Coppola “Te voglio bene”. Due anni dopo, incide l’album “Dedicato a te” contenente il duetto “Sciglie tu” con Gino Coppola. Nel 2011, Luciano realizza anche un cd di canzoni classiche napoletane intitolato “Benvenuti a Napoli”. Nel 2012 Luciano abbandona la produzione e lavora per un nuovo album affidandosi all’arrangiatore Carmine Liberati e a vari autori del panorama neomelodico – come Salvatore Strada e Enzo Caradonna – i quali, durante il suo cammino artistico, sono stati sempre legati all’artista. Così incide il nuovo album intitolato “Stella sulla terra” dove, al suo interno, troviamo la canzone che dà il titolo all’album e fa da frontespizio al suo CD contenente 10 brani; Il brano “Stella sulla terra” è un brano dedicato al figlio Kevin, un ragazzo affetto dalla sindrome di Autismo: ed è così che la canzone diventa la colonna sonora di diverse associazioni che collaborano alla realizzazione di nuovi centri e nuovi ed efficaci sistemi terapeutici per la patologia in questione. Luciano pensa che una cosa giusta da fare sia presentare questo nuovo lavoro discografico, con l’aiuto della sua famiglia, a Scampia – il paese dove lui è cresciuto – mettendolo in vendita durante la serata devolvendo tutto l’incasso alle stesse associazioni.[senza fonte] Nel 2016 incontra una nuova produzione ovvero la “MG Production” che decide di far ripartire Luciano affidandosi a Vincenzo D’Agostino, autore, e Gianni Fiorellino per incidere il suo nuovo lavoro discografico intitolato “Ripartire”: questo album, oltre a contenere i 10 brani scritti e arrangiati dai precedenti autori, contiene anche un brano scritto e arrangiato da Salvatore Priore, musicista degli Osanna, Pino Daniele ed Enzo Avitabile, e duettato con il noto rapper NTO intitolato “Chi è stato è stato”: quest’ultimo tratta di un argomento sociale che nel tempo diventa portavoce della settima municipalità che comprende anche Scampia, un paese che combatte per i propri diritti al lavoro e alla realizzazione del territorio; nel 2020, con l’avvento dell’abbattimento delle Vele di Scampia, il brano diventa colonna sonora del “Comitato Vele di Scampia” e del “Cantiere 167” per la rinascita del territorio; questo evento suscita interesse da parte di un programma televisivo che va in onda su LA7 “Propaganda Live” condotto dal giornalista Diego Bianco Zoro, invitando Luciano alla trasmissione dove si esibisce cantando “Chi è stato è stato” in versione acustica con l’accompagnamento della band del programma. Nel 2017, Luciano incide un singolo intitolato “Nasce e more”, scritto da Gennaro Scuotto e Luca Barbato; è da lì che Giorgio Mascitelli della “MG Production” negli anni a seguire ovvero dal 2018 al 2020, dà il via ad una serie di altri singoli come: “Nun si l’amante”, “Nun si gelosa cchiù”, “L’urdemo vase” e altri tre duetti “Se sposa dimane” con Tony Colombo, “Un grande amore” con Giusy Attanasio, “Mai” con Paola Pezone, che danno all’artista altre opportunità lavorative. Attualmente Luciano lavora per l’uscita del nuovo singolo che sarà sempre prodotto dalla “MG Production” che farà poi parte del prossimo lavoro discografico.

In regia Daniele Ugoni e vogliamo anche citare Salvatore Russo

Per vedere intervista cliccare qui sotto:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito web utilizza i cookie Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico.  Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.  Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Accetta Leggi Qui