Ultimate magazine International Blog.

Settimana dell’infanzia su Facebook e Instagram

56

Settimana dell’infanzia su Facebook e Instagram

Su Facebook è partita quindi la caccia al personaggio più bello, più divertente o a quello che ci ricorda un momento piacevole della nostra infanzia.

E il web è il canale privilegiato, Facebook e Instagram lo strumento più adatto proprio per la possibilità di raggiungere un elevato numero di nodi in modo esponenziale. Il messaggio ha iniziato a girare da un po’ sul social network:
«Dal 15 al 20 novembre cambia la foto del tuo profilo di Facebook o sul tuo profilo Instagram con quella di un eroe dei cartoni animati della tua infanzia e invita i tuoi amicia fare lo stesso… lo scopo? Per una settimana non vedremo una sola faccia “vera” su Facebook e su Instagram ma un’invasione di ricordi d’infanzia…».
Cambiando la propria foto con quella di un personaggio dei cartoni animati, ognuno di noi ha la possibilità di contribuire su iniziative di sensibilizzazione sui problemi legati al mondo dell’infanzia. Le immagini più diffuse al momento sono quelle di Lupin, Hello Spank, Sailor Moon e le principesse della Walt Disney. Ma non dimentichiamoci delle Tartarughe Ninja, del simpatico Ispettore Gadget, della lotta tra il bene e il male che contraddistingue il duello tra Batman e Joker.
E ancora il mitico attaccante di calcio Oliver Hutton con il suo inseparabile amico portiere Benji Price, i personaggi della Warner Bros come Duffy Duck e Bugs Bunny. Spazio stanno avendo anche i cartoni animati più recenti come i Simpson, Futurama e i Griffin. Il passaparola ha modificato la data finale anticipando la fine dell’iniziativa, ma la sua forza è rimasta immutata: oltre 49.000 persone hanno certificato la propria partecipazione, ben di più hanno messo mano all’avatar celandosi dietro personaggi di ogni tipo.
L’invasione dei cartoon è pertanto una iniziativa particolare perchè snatura in parte il network in due modi: primo, perchè suggerisce una azione di massa all’interno di un sistema non ideato per iniziative all’unisono; secondo, perchè suggerisce il cambio dell’avatar che su Facebook e Instagram rappresenta molto più di una semplice icona (rappresenta l’utente stesso, ne favorisce il ritrovamento sul motore di ricerca interno e lo contraddistingue sulle bacheche altrui).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito web utilizza i cookie Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico.  Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.  Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Accetta Leggi Qui